Unità Operative

La struttura residenziale si compone di 71 posti letto articolati in quattro reparti organizzati per intensità di cura. I pazienti sono inseriti in un percorso afferente ad un reparto di una delle Unità Operative (U.O.) la cui azione si presenta:

  1. Diversificata e specializzata
  2. Flessibile, tempestiva e personalizzata
  3. Continuativa ed integrata
  4. Presidiata e garantita
medical, nurse, doctor-5459654.jpg

U.O. Casa Residenza per Anziani

L’unità operativa di Casa Residenza per Anziani non-autosufficienti si rivolge a persone con età superiore ai 65 anni che presentano casistiche complesse dal punto di vista della patologia cronico-degenerativa e richiedono assistenza continuativa sulle 24h da parte di personale qualificato

L’intervento di case management proposto in contesto bio-psico-sociale ed evidence-based è basato su percorsi dalla tempistica variabile con focus sulla riabilitazione e mantenimento delle abilità residue ADL (Activities of Daily Living) e IADL (Instrumental Activites of Daily Living)

Percorsi temporanei

  • Reinserimento al domicilio post-ospedaliero
  • Riabilitazione funzionale post-operatoria
  • Riabilitazione post-acuzie nelle IADL
  • Percorso di sollievo al caregiver

Percorsi di lungo periodo

  • Percorso di supporto alle demenze
  • Percorso di management dell’aggressività
  • Percorso di supporto long-life
  • Percorso di salute mentale nell’anziano
    (congiunto con l’U.O. CASM di Villabella)
  • Percorso di supporto nel fine-vita

La salute mentale è salute

U.O. Comunità Alloggio per la Salute Mentale

L’unità operativa di Comunità Alloggio per la Salute Mentale prende in carico persone adulte con patologia di salute mentale supportandole nel percorso di recovery ma che presentano anche una complessità assistenziale elevata nella gestione delle attività della vita quotidiana e che quindi richiedono supporto nelle 24h

L’intervento proposto ad utenti adulti avviene secondo la strategia del case management in contesto bio-psico-sociale nel quale vengono impiegati strumenti multidimensionali appropriati alla condizione psico-patologica del paziente e basati sulle evidenze scientifiche (evidence-based). L’ammissione in U.O. CASM è subordinata al principio di appropriatezza ed efficacia di trattamento che viene basata sulle preferenze della persona e sull’analisi dei dati clinico-assistenziali e sociali del paziente, insieme al Centro di Salute Mentale (CSM) territoriale

Percorsi di recovery

L’U.O. è presidiata dal team multidisciplinare per facilitare l’espressione della soggettività e socialità della persona favorendo i seguenti:

  • Percorso di recovery della ADL e IADL
  • Recovery nelle ADL in paziente psichiatrico con compromissione funzionale
  • Percorso di supporto long-life in utenti in transizione dall’età adulta all’età anziana
  • Percorso sui Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) e con supporto long-life

Il piano delle attività educativo-sociali è definito nel PAI e si focalizza su:

  1. Intervento di autogestione delle IADL
  2. Gruppo di supporto tra pari volto all’empowerment
  3. Intervento di risocializzazione
  4. Interventi di supporto 1:1
  5. Orientamento all’autogestione della terapia farmacologica
  6. Verbalizzazione del proprio stato d’animo
  7. Sviluppo degli interessi personali
Skip to content